Cima Alben (2020 m) in periplo dal Passo della crocetta il 26 luglio 2020

0
1
242

Il Monte Alben (2019 m.), spartiacque naturale tra la Val Serina ad occidente e la Val Del Riso ad oriente, estesa montagna formata principalmente da roccia dolomitica, si eleva dirupato sulle grandi praterie ed estese pinete che lo circondano ad occidente discendenti verso la conca di Oltre il Colle e l'alta Valle Serina. Il versante orientale, che domina la sottostante Val Del Riso, è ancor più dirupato. Visto dalla conca di Oltre il Colle, presenta due elevate cime rocciose, chiamate Cima la Croce (1978 m) e Cima della Spada (1952 m), mentre la cima più elevata, non visibile da Oltre il Colle, è Cima Alben (2019 m).

Le cime dell'Alben si possono raggiungere da Oltre il Colle (con più punti di partenza), Serina e Cornalba.

Stavolta ci sta un bel periplo dell’Alben con salita alla cima principale, Cima Alben 2020, partendo dai pressi del Passo della Crocetta, vicino al Passo di Zambla.

PERCORSO:

Pressi del Passo della Crocetta (1267 m) > Sentiero 501 > Col dei Brassamonti (1755 m) > Baita Nembrini (1780 m) > Passo La Forca (1848 m) > Sentiero 501-502 uniti > Cima Alben (2020 m) > Discesa alla Baita Sura (1568 m) > Sent. 502 > Passo del Sapplì (1486-1492) >Casina Bianca (1407 m) >Pian della mussa (1300 m) >Pian della Palla (1250 m) > Rientro dalla sterrata al punto di partenza nei pressi del Passo della Crocetta

DIFFICOLTA’ :

E la maggior parte del percorso, EE ‘, segnalata alla partenza, la salita dal Passo La Forca a Cima Alben

DISLIVELLO complessivo 950 in salita e discesa

DISTANZA: 14 km

TEMPO DI SALITA: Cima Alben meno di tre ore; per l’intero anello 6 ore

PERIODO CONSIGLIATO: da giugno a neve sciolta a ottobre prima della neve

SENSO DI PERCORRENZA DEL PERIPLO: consigliato quello da me seguito

CARTOGRAFIA: Consigliata la ‘ALPE ARERA’ - ‘Carta dei sentieri’ in scala 1:15.000 a cura dell’Ass. Cult. Ultra Collem e www.olreilcolle.com

ACQUA: assente, rifornirsi per bene alla partenza

SEGNAVIA : CAI 501 – 502

ACCESSO E PARCHEGGIO:

Il Passo di Zambla si raggiunge con la strada prov. n. 27 di Valle Serina, imboccata dalla prov. di Valle Brembana ad Ambria di Zogno, oppure con la strada prov. n. 46 da Ponte Nossa (Val Seriana)

Dal Passo di Zambla si raggiunge il Passo della Crocetta , si prosegue sulla sterrata Via del Colle (Pista di sci) fino ad avvistare sulla sx il cartello indicatore per il Monte Alben.

ITINERARIO

Sono in compagnia di Erica Gritti e della sua brava Dori, dieci anni su quattro zampe, che intende salire in Cima Alben, alla quale da cucciola aveva dovuto rinunciare !

Imboccato il sentiero CAI 501 per la Baita Nembrini per l'Alben, saliamo per circa mezz'ora nel bosco tra faggi ed abeti. Usciti allo scoperto seguiamo il ripido sentiero (sempre ben segnato e ben tenuto, a tratti ben gradinato all’occorrenza!) del canalone fino al Col dei Brassamonti a quota 1755 metri.

Giunti ad un bivio (proseguendo diritti sul sentiero pianeggiante, leggermente esposto, ma non pericoloso, si può raggiungere in 5 minuti la Baita Nembrini, annidata tra le rocce del versante orientale dell'Alben, di proprietà e gestione della Sottosezione C.A.I. Valserina), ma noi continuiamo sul sentiero di destra, giungendo in decisa salita al Passo la Forca (1848 m), passando sotto il caratteristico Torrione d'Alben.

Al Passo, crocevia dei sentieri e delle cime d'Alben (dove, oltre al sentiero CAI 501 che sale dal Passo della Crocetta, giunge il sentiero CAI 502 che proviene dal Passo del Sapplì e da Cornalba), imbocchiamo il sentiero di sinistra (sentiero unificato per Cima Alben dei sentieri 501 e 502) segnalato per Escursionisti Esperti-EE, che presenta alcuni passaggi esposti sulla cengia del versante orientale da affrontare con attenzione.

In circa 45 minuti (i 30’ segnati sul cartello indicatore mi sembrano pochi…) sul sentiero, in saliscendi, tra massi, spuntoni rocciosi e tratti di sentiero anche agevole, raggiungiamo la cima del Monte Alben (2020 m), superando alcuni passaggi impegnativi (EE), alcuni dei quali richiedono l’uso delle mani.

Dori, che da cucciola ci aveva provato ma non ce l’aveva fatta, stavolta, bravissima, ce la fa con qualche aiutino nei punti più impegnativi !

Curioso e divertente un attraversamento sotto un masso incassato nel crinale che forma una vera e propria grotta.

Sostiamo per un buon pranzetto al sacco poco prima di giungere in vetta.

Rifocillati, saliamo alla croce di vetta, dove però nuvole vaganti non ci permettono di godere del bellissimo panorama.

Dopo breve sosta scendiamo, prendendo non il sentiero 501 di salita a dx , ma il sentiero di sx che scende alle Baite dell’Alben.

Bella discesa su sentiero ciottoloso ma non impegnativo.

Passiamo alla Baita Sura (1568 m), dove entrati nel sent. 502, scendiamo alla santella di S. Rocco dedicata alla Madonna, passiamo in successione al Passo del Sapplì (1486-92 m), alla Casina Bianca (1407 m), ci abbassiamo al Pian della Mussa (1300 m), al Pian della Palla (1250 m) da dove rientriamo al punto di partenza nei pressi del Passo della Crocetta, chiudendo così un bel periplo di Cima Alben di 14 Km, contenti che la nostra brava Dori sia riuscita a salire per la prima volta in Cima Alben, superando ben tre passaggi per lei molto impegnativi !