Ferrate lecchesi. Le foto dell'inaugurazione

0
1
480

Una giornata di festa per le ritrovate ferrate Gamma 1, Gamma 2 e Corna di Medale.

L'inaugurazione si è svolta sabato 19 marzo, al termine dell'intervento di manutenzione straordinaria e dopo oltre due anni di chiusura. I lavori erano iniziati a settembre, resi possibili da un accordo sottoscritto da associazione Gruppo alpinistico Gamma Lecco e Gruppo alpini Monte Medale, Comune di Lecco, Regione Lombardia e Fondazione comunitaria del Lecchese

Alla cerimonia, che si è svolta ai Piani d'Erna, hanno partecipato i rappresentanti degli enti e delle realtà coinvolti, riuniti dalla volontà di partire da quest'opera per portare avanti un progetto di valorizzazione di tutte le ferrate lecchese, volano per un turismo sempre più legato allo sport e alle attività outdoor.

Il territorio di Lecco ha molto da offrire in questo senso e può essere preso d'esempio da altre realtà provinciali in vista delle Olimpiadi invernali del 2026.


La via ferrata Gamma 1 si trova sul Pizzo d'Erna con uno splendido panorama sulla città di Lecco. Si sviluppa lungo la bastionata rocciosa del pizzo e presenta un notevole dislivello. Offre alla fine del primo tratto verticale una via di fuga, che porta facilmente al rifugio Stoppani. Ecco i dati tecnici: EEA - Difficoltà = D (difficile) - Dislivello ferrata: m 600 - Tempo salita: h 3 - Tempo discesa: h 1.30 . 


La via ferrata Gamma 2 è la più caratteristica ferrata delle Prealpi lombarde, si sviluppa lungo le bastionate rocciose e le creste del Dente del monte Resegone. Offre un vasto panorama sul gruppo delle Grigne, sulla pianura e i laghi della Brianza. Si tratta di un itinerario molto impegnativo che richiede una buona dimestichezza con la tecnica d'arrampicata. Due le alternative per il ritorno, una solo per esperti. I dati tecnici: EEA - Difficoltà = TD (molto difficile) - Dislivello ferrata: m 600 - Tempo salita: h 4 - Tempo discesa: h 1.30.


Le due ferrate sono state realizzate dal Gruppo Alpinistico Gamma di Lecco: la prima nel 1978 e la seconda nel 1981; mentre la via ferrata Corna di Medale è opera del Gruppo Alpini di Medale e si trova sul monte San Martino, proprio a picco sulla città di Lecco. Percorso molto esposto e faticoso, quindi per soli esperti. Tracciata nel 1981, si estende su un dislivello di 400 metri. L’itinerario offre un panorama che spazia su buona parte del lago di Lecco e la Val San Martino.  I dati tecnici: EEA - Difficoltà = D (difficile) - Dislivello ferrata: m 400 - Tempo salita: h 2 - Tempo discesa h 1





Dopo i lavori di manutenzione straordinaria le vie che si trovano, rispettivamente, sul Pizzo d’Erna, sul Resegone e sul San Martino tornano a disposizione degli scalatori.

L’accordo

L’accordo di programma originario, per la realizzazione del “progetto di valorizzazione delle falesie lecchesi” aveva in progetto una serie di iniziative che, partendo proprio dal miglioramento della sicurezza delle falesie, favorissero la diffusione dell’arrampicata sportiva.

L


Antonio Rossi, sottosegretario regionale ai Grandi eventi, parla di una «grande gioia nel restituire alla città le ferrate storiche, sia poiché Lecco è profondamente legata all’alpinismo sia per lo sviluppo in sicurezza dello sport outdoor sulle nostre cime. Con la conclusione dei lavori il Lecchese si conferma uno dei territori con una proposta completa per il turismo sportivo anche in vista dei Giochi Olimpici Invernali Milano-Cortina 2026».

Riqualificazione

Riccardo Milani, presidente del Gruppo Gamma, ha seguito in prima persona i lavori. «La riqualificazione di questi itinerari con moderne attrezzature e secondo le nuove normative in vigore consegna alle future generazioni percorsi splendidi con standard di sicurezza elevati – afferma –. Questo importante segnale di concretezza conferisce ancora una volta lustro alla nostra città, lascia ai territori montani interessati un’eredità infrastrutturale eccezionale e testimonia il nostro impegno per le montagne lecchesi, che vanno conservate e valorizzate in onore dei nostri soci fondatori come per tutti gli appassionati sportivi di oggi e nel futuro».

Per Salvatore Brusadelli, capo gruppo Alpini Monte Medale, «è un risultato importante, quello ottenuto con la manutenzione e la riqualificazione della via ferrata tracciata dai volontari del nostro gruppo nel lontano 1981 e che ha consentito di raggiungere gli standard di sicurezza che oggigiorno le vie ferrate devono assolutamente presentare».

Metadata

Titolo

Lecc

Pi Lecco Gamma 1 (Pizzo d’Erna), Gamma 2 (monte Resegone) e Corna di Medale (monte San Martino).

L

L