GRIGNETTA via Cermenati in salita-Sentiero delle capre in discesa-21mar22

0
0
164

In GRIGNETTA (2177 m) ad anello Cresta Cermenati in salita – Sentiero delle Capre in discesa dal Pian dei Resinelli (1278 m) il 21 marzo 2022

PERCORSO :

SALITA :

Pian dei Resinelli (1278 m) > Rifugio Porta (1426 m) > Sentiero 7-Grignetta-Cresta Cermenati > Bosco Giulia > Selletta di Val Scarettone > Grignetta (Grigna Meridionale, Bivacco Ferrario 2177 m)

DISCESA:

Grignetta (2177) > Selletta di Val Scarettone > Sentiero 7 Cresta Cermenati > ‘Sentiero della capre’ ,non segnato, non indicato da alcun cartello,scosceso,percorso…dalle capre a quattro zampe o due gambe ! > Sent. 8 della Direttissima > Rif. Porta > Pian dei Resinelli

Dislivello complessivo : 850 m

Difficoltà: per E (ma impegnativo !) il sentiero 7 di Cresta Cermenati in decisa costante salita con 2 brevi tratti attrezzati con catene, per EE lo scosceso ‘Sentiero della capre’ (non segnato, non indicato da alcun cartello)

Distanza: Km 7

Tempi: ore 2.30 la salita, 2.15 la discesa

Acqua assente, rifornirsi alla partenza

Lunedì 21 marzo 2022 bella giornata primaverile con fresca aria frizzante, leggera foschia e discreta visibilità.

Stavolta, cha salgo in Grignetta per la sesta volta, sono in compagnia di mio figlio Raffaele che sale in Grignetta per la prima volta.

Raggiunto il Pian dei Resinelli (1278 m), parcheggiata l’auto, imboccato il sentiero 7 Grignetta-Cresta Germenati, raggiungiamo, seguendo la stradetta asfaltata, il Rif. Porta (1426 m).

Attraversiamo quindi il bosco ‘Giulia’ fiorito di ellebori e poi,passando tra rada vegetazione, raggiungiamo la base della Cresta Cermenati , dove il sentiero inizia ad inerpicarsi deciso con una serie di tornanti che aiutano nell’ascesa.

Il sentiero è su fondo ghiaioso, sassoso e pietroso, con frequenti gradini-gradoni su roccette per fortuna dai contorni arrotondati.

Ogni passo che fai è sempre proiettato più in alto di quello precedente!

Non esistono passi pianeggianti.

In effetti non si tratta di un vero e proprio percorso poiché dalla vetta scende un reticolo di tracce che molto spesso si sparpagliano disordinate sul filo di questa cresta-costolone.

Poche volte si riuniscono in una sola costringendo a procedere in fila indiana. A parte i primi metri nessun albero, nessuna sorgente e l’ esposizione è ben soleggiata.

La macchina fotografica spara scatti in continuazione verso i laghi e i monti circostanti e verso gli imponenti Torrioni Magnaghi e il Sigaro Dones.

Il panorama man mano saliamo si allarga verso la città di Lecco, il Lago di Como e i laghi di Garlate, Annone e Pusiano, mentre si ergono maestosi sulla destra nel Canalone Porta , i Torrioni Magnaghi con l’inconfondibile, e quasi timoroso, Sigaro Dones, sormontato da una croce rossa.

L’erta costante salita da tregua solo per un po’ di respiro all’altezza del termine del Canalone Caimi, per poi riprendere fino al bivio con il sentiero Cecilia, tratto terminale della Direttissima.

Ormai la cima è vicina, percorriamo in un canalone l’ultimo ripido, tortuoso e pietroso tratto di sentiero che ci porta alla Selletta di Val Scarettone.

Saliamo con attenzione il tratto terminale attrezzato con catene.

Raggiungiamo la vetta della Grignetta (Grigna Meridionale 2177 m), con la caratteristica croce di vetta con Madonnina, riempita alla base di pietre.

Aaccanto e frontalmente alla croce è posizionato il Bivacco Ferrario in alluminio (con interno in legno), chiamato anche LEM per la sua somiglianza alla navicella spaziale omonima.

L’ampia vetta , ormai con pochi rimasugli di neve, ci permette di godere un panorama a 360° , anche se oggi leggera foschia riduce la visibilità, dalla Brianza costellata dei suoi laghi lucenti al sole fino alle Alpi Orobie e Retiche.

Godiamo la vista della vicina-dirimpettaia Grigna Settentrionale (Grignone), 2410 m, sulla cui cima si intravede il Rifugio Brioschi.

Consumiamo un buon pranzetto al sacco, che condividiamo con tantissimi gracchi che volteggiano sopra di noi in attesa di bocconcini e ci godiamo un bel po’ di relax insieme allo splendido spettacolo di vetta.

Quindi scendiamo dalla vetta alla Selletta di Val Scarettone,facendo molta attenzione al tratto attrezzato.

Ci abbassiamo poi scendendo il ripido canalone fino a superare l’incrocio col sent. Cecilia della Direttissima e raggiungere il punto di biforcazione dei sentieri, dove, anziché scendere a sx dal 7-Cresta Cermenati, prendiamo a dx il ‘Sentiero delle capre’ – EE (diviso dalla Cresta Cermenati dal canalone Caimi) non segnato da alcun cartello o segno, ma evidente e ben tracciato, anche se per quasi tutta la lunga discesa si presenta ben scosceso ed un po’ esposto.

Scendiamo con molta attenzione e fatica il ‘Sentiero delle capre’, panoramico tra canaloni, guglie e torrioni che ci porta a raggiungere l’inizio del Sentiero 8 della Direttissima.

Seguendo il sent. 8-Direttissima, superato l’imbocco del Canalone Caimi (1450 m) , chiudiamo il bell’anello iniziato il mattino al bivio Sentiero 7-Grignetta-Cresta Cermenati col Sentiero 8 della Direttissima.

Contento Raffaele per la sua prima salita in Grignetta, felice io che l’ho accompagnato, scendiamo, dal Rif. Porta, seguendo la stradetta asfaltata, al parcheggio dell’auto al Pian dei Resinelli.