Sulle nevi del Monte Pora – 13febb24

0
1
162

Sulle nevi del Rif. Magnolini, Monte Alto, Pian della Palù, Pian del Termen, Monte Pora, dalla Malga alta di sotto di Pora il 13 gennaio 2024

Percorso:

Andata :

Malga Alta di sotto di Pora (1500 m) > sent. 551-Rif. Magnolini (1612 m) > Monte Alto (1723 m) > Pian de la Palù (1595 m) > Pian del Termen (1610 m) > Monte Pora (1880 m)

Ritorno:

Discesa diretta dal Pian del Termen alla Malga Alta di sotto, seguendo tratti del percorso di salita.

Difficoltà: faticosa discesa dal Monte Alto su traccia battuta sì, ma con numerosi affondi , per il resto , con i ramponcini sulle piste pedonali battute, bene

Distanza: Km 8, 15 fino al Pian del Termen, oltre km 10 salendo al Monte Pora

Tempi: complessive ore 4

Punti d'appoggio: Rifugio Magnolini(1612 m) , Rifugio Pian de la Palù (1595 m) , Baita-Rifugio Pian del Termen (1610 m) e Baita Cima Pora.

Sono con mio figlio Raffaele che per la prima volta sale in alta Valle Seriana.

La giornata è bella e la temperatura è gradevole, pur essendo a metà febbraio, splende il sole e la visibilità è buona.

Raggiungiamo da Castione della Presolana-Bratto-Dorga la Malga Alta di Pora (1500 m. circa) , dove lasciamo l’auto nell’ultimo parcheggio possibile.

Proseguiamo a piedi sulla strada fino a raggiungere il suo termine, dove ci immettiamo sulla pista di sci che risaliamo per breve tratto sul lato sinistro seguendo il percorso del sent. 551, quando la attraversiamo con la massima attenzione, per raggiungere, sul lato destro della pista, che abbandoniamo, la visibile strada sterrata... ora ammantata di neve battuta, che si inoltra in lieve salita e ci porta verso il Rifugio Magnolini.

Calziamo normali scarponcelli invernali con ramponcini.

Proseguiamo sulla pista-pedonale ben battuta dal gatto delle nevi verso destra salendo un visibile dosso.

Siamo sul sentiero segnavia n° 551. In cima ad un dosso (1638 m) ci si presenta il Rifugio Magnolini (1612 m), che raggiungiamo dopo aver passato l’avvallamento sottostante e risalito l’altro versante.

La buona visibilità ci permette di ammirare e fotografare lo splendido panorama verso l’alta Valle Seriana e le Orobie con la presenza dominante della Presolana davanti a noi. Piacevole incontro con l’amica Patrizia e & , gestore del Rif. Capanna 2000.

Saliamo al Monte Alto (1723 m) , dove la vista spazia dalla Valle Camonica, al Lago d’Iseo, alla Valle Cavallina, alla Valle Seriana con la Presolana, la Regina delle Orobie, sempre dominante e al dirimpettaio Monte Pora (1880 m) e fin verso il Pizzo Camino in Val di Scalve.

Ovviamente immortaliamo i panorami con tantissimi scatti.

Dalla cima del Monte Alto, seguendo traccia nella neve con tanti numerosi e profondi affondi , attraversando l’abetaia, ci abbassiamo ed agganciamo comoda traccia battuta che ci porta al Pian de la Palù (1585 m) .

Risaliamo poi e ci immettiamo sulla pista pedonale che ci porta in salita al Rifugio Pian del Termen (1610 m) con gli impianti sciistci in piena attività.

Mentre io, che son già salito più volte al Monte Pora, rimango in relax, Raffaele sale per la prima volta, sul lato destro a fianco della pista di sci sulla cima del Monte Pora (1880 m).

Scendiamo infine , seguendo in parte il percorso di salita, al parcheggio alla Malga Alta di sotto di Pora.

In conclusione…l'escursione al Magolini-MonteAlto-Monte Pora in presenza di neve è facile, 'immune' da valanghe-slavine, adatta a tutte le gambe e richiede, con neve non ancora ben battuta, le ciaspole, oppure, come nel nostro caso, con neve a tratti dura e ghiacciatina, l’uso dei ramponcini.

Il cammino impegna per un minimo di tre-quattro ore, secondo il percorso sopra esposto, ma si può prolungare-accorciare a piacere in base a percorsi aggiuntivi in zona.