In viaggio sul trenino rosso del Bernina

1
2
290

In viaggio sul Trenino Rosso del Bernina

60 chilometri di favola invernale a bordo della ferrovia Patrimonio dell’Umanità

Una domenica d’inverno ho vissuto un’esperienza magnifica sui binari della ferrovia più alta d’Europa e desidero condividerla con voi attraverso questi i miei scatti fotografici, nella speranza di riuscire a trasmettervi le emozioni che ho provato io a bordo del Trenino Rosso del Bernina.

Quando ho prenotato il mio viaggio, speravo di viaggiare attraverso un panorama imbiancato, ma mai avrei immaginato di poter entrare in una vera e proprio favola invernale.

Ho viaggiato sul Trenino del Benina il 25 febbraio 2024, partendo la mattina di Tirano alla volta di Saint Moritz, rigorosamente in carrozza standard (e non panoramica) per poter abbassare i finestrini e dar sfogo alla voglia di fotografare.

Partenza da Tirano (metri 441 slm) senza neve ma la ferrovia retica si inerpica velocemente e infatti in meno di mezz’ora mi sono trovato in un incanto innevato, con i rami dei pini carichi di fiocchi e la locomotiva con lo spazzaneve montato.

Prima tappa Ospizio Bernina. Come non fermarsi nel punto più alto del tragitto, a 2300 metri?

Scesi dal treno, è la bufera di neve a costringermi a ripararmi all’interno della struttura. Non si vede nulla del paesaggio intorno, ma è davvero bello. Non avrei immagino l’inverno in questi luoghi in modo differente.

Riprendo il treno e vado diritto a Saint Moritz. Ed ecco la sorpresa! Il cielo si apre e fa capolino il sole ad illuminare il paesaggio innevato. Tra piccoli borghi e cime maestose, si raggiunge presto la cittadina dell’Engadina.

La passeggiata cittadina la risolvo in mezz’oretta perché non vedo l’ora di tornare a bordo del Trenino e godermi ancora una volta i 60 chilometri di percorso.

Faccio tappa a Morteratsch, sosta ideale per una passeggiata nel bosco alla scoperta del Pizzo del Bernina e del suo ghiacciaio.

Purtroppo la giornata passa in fretta ed è ora di tornare a Tirano (e alla realtà).

Pian piano il Trenino Rosso mi riporta a quote più basse e senza neve.

Ma quegli alberi carichi di fiocchi bianchi, quel silenzio ovattato e quel sole che splendeva sul Bernina sono indimenticabili.

Se è vero che il Trenino Rosso del Bernina è bello in tutte le stagioni, è anche vero che in inverno è una favola!

Commenti

Daniela Pesenti 2 mesi, 3 settimane

Una favola le tue foto!

  • 2
  • 0
  • Marin Forcella 2 mesi, 3 settimane

    Grazie!

  • 1
  • 0