Articolo

Sentiero delle Orobie: taxi e tante novità

22 Giugno 2018 / 14:45
0
1
5698
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

Sentiero delle Orobie: taxi e tante novità

22 Giugno 2018/ 14:45
0
1
5698
Scritto da Redazione Orobie

Stagione piena di nuovi servizi per il trekking ad anello che parte e si conclude ad Ardesio (Bergamo). Dal trasporto per gli escursionisti al parcheggio, all’attestato per chi completa l’itinerario.

Una nuova cartina del Sentiero delle Orobie orientali ad anello, nella Bergamasca, un passaporto, un attestato, un servizio taxi e parcheggi riservati agli escursionisti: il trekking sulle Orobie non è mai stato così invitante. Con l’apertura della stagione estiva nascono nuovi strumenti per rilanciare i sentieri e i rifugi delle nostre montagne, in particolar modo l’Alta via delle Orobie, meglio conosciuta come il Sentiero delle Orobie orientali.

Otto tappe di diversa difficoltà, suddivisibili in otto giorni di trekking, che collegano i rifugi in alta quota, dove gli escursionisti possono recuperare le forze e apprezzare i sapori tipici della montagna prima di affrontare la tappa successiva. Un’occasione unica per scoprire i panorami mozzafiato delle Prealpi bergamasche sfiorando i giganti rocciosi del pizzo Redorta, punta di Scais, pizzo Coca e della Presolana e la biodiversità di flora e fauna del Parco delle Orobie.

Un grande lavoro di squadra e piena sinergia fra Cai Bergamo, PromoSerio, Vivi Ardesio e imprenditori del territorio per valorizzare al meglio il fiore all’occhiello dell’escursionismo della nostra valle, un’opera di grande rilevanza storica, naturalistica e alpinistica che permette a tutti gli amanti della montagna di fare un viaggio nel cuore più incontaminato delle nostre valli. Ardesio si riconferma come punto di partenza e arrivo del percorso ad anello, ma si introducono alcune novità per rendere quest’esperienza ancora più attrattiva per tutti, alpinisti, escursionisti e turisti.

Simone Bonetti della Pro loco di Ardesio e Paolo Valoti del Cai di Bergamo

La nuova cartina e il passaporto

La prima novità è la cartina del Sentiero delle Orobie orientali ad anello, uno strumento di comunicazione indispensabile per far conoscere nell’insieme il percorso e le sue tappe, che sarà disponibile in tutti gli uffici turistici della Valle Seriana, le sedi delle sezioni e sottosezioni Cai e i rifugi dell’anello. La seconda è l’istituzione di un «Passaporto del Sentiero delle Orobie orientali ad anello», un vero e proprio documento di viaggio per spostarsi da un rifugio all’altro, da portare sempre con sé e da riempire di timbri ricordo.

Coloro che completeranno il loro passaporto alpino, collezionando tutti i timbri dei rifugi che collegano le varie tappe dimostreranno infatti di aver completato il sentiero ad anello e riceveranno uno speciale attestato, rilasciato dall’ufficio turistico di Vivi Ardesio.

Ora c’è il servizio taxi

Grande novità del 2018 è l’introduzione di un servizio taxi che renderà possibile la realizzazione di anelli ridotti del percorso, per permettere veramente a tutti, anche a famiglie con bambini, di fare un’esperienza autentica delle nostre Orobie. Un efficiente servizio su chiamata per ritornare al punto di partenza al termine del proprio personale anello del sentiero. Per gli escursionisti più allenati che si preparano a portare a termine il sentiero ad anello in modo integrale, il Comune di Ardesio ha predisposto un’altra iniziativa interessante: un parcheggio dedicato dove poter lasciare l’automobile per tutte le giornate necessarie al trekking.

Questi nuovi servizi sono il risultato di una nuova consapevolezza del lavorare insieme e un importante impegno comune di promozione che avrà ricadute positive sull’intero territorio. L’obiettivo per i prossimi mesi è quello di rendere questa collaborazione ancora più fitta e concreta, affinché i benefici siano sempre più estesi a tutta la comunità bergamasca.

Ricordiamo che il Sentiero delle Orobie orientali ad anello in alcuni tratti è alpinisticamente impegnativo e per essere apprezzato al meglio necessita di una buona preparazione fisica e tecnica.

Correlati

Sentiero delle Vasche: riapertura rimandata

Sentiero delle Vasche: riapertura rimandata

L'estate continua a farsi desiderare e anche la riapertura del Sentiero  delle Vasche, a Valmadrera, slittano. Il percorso, che rappresenta uno dei  tracciati ...

Articolo
La montagna a portata di giovani e famiglie

La montagna a portata di giovani e famiglie

L’iniziativa del Cai "Famiglie e giovani in montagna – Estate 2024 in rifugio" offre due pernottamenti gratuiti per gli under 16.Dal periodo dal 6 ...

Articolo
Itinerari per passione, video intervista a Luca Gherardi

Itinerari per passione, video intervista...

Luca Gherardi ha unito le sue passioni e professionalità, diventando un punto di riferimento per tantissimi escursionisti.Luca infatti è Guida Ambientale Escursionistica e Consulente ...

Articolo
Biker ed escursionisti, sentieri da condividere

Biker ed escursionisti, sentieri da cond...

Mtb e cicloturismo: le biciclette piacciono sempre di più, anche in montagna, ma la convivenza tra biker ed escursionisti sui sentieri non è sempre facile ...

Articolo