Articolo

Il Cai Bergamo premia Capellini

11 Luglio 2018 / 13:00
0
2
368
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

Il Cai Bergamo premia Capellini

11 Luglio 2018/ 13:00
0
2
368
Scritto da Redazione Orobie

Dal consiglio direttivo della sezione «Antonio Locatelli» una targa di riconoscenza allo storico direttore di Orobie. Il presidente Valoti: «Un grande amico della montagna»

La sezione del Cai «Antonio Locatelli» di Bergamo ha premiato Pino Capellini, storico direttore di Orobie, di cui attualmente è direttore editorialista. La consegna del riconoscimento è avvenuta martedì 10 luglio nella sede bergamasca del Club alpino italiano, il Palamonti, in via Pizzo della Presolana.

La motivazione

Questa la motivazione del riconoscimento a Capellini: «Giornalista e scrittore con estesa professionalità e passione che ha contribuito a mantenere vivi i saperi delle nostre comunità e montagne bergamasche e a sostenere una loro prospettiva culturale, economica e sociale». A Pino Capellini - che tra l’altro da anni cura la pagina della montagna de L’Eco di Bergamo, dove è stato a lungo giornalista  - il Cai di Bergamo ha consegnato, per mano del presidente Paolo Valoti, una targa di riconoscenza che ogni anno la sezione decide di attribuire ai soci più meritevoli.

La semplice cerimonia è avvenuta in occasione del consiglio direttivo della sezione, appunto nella sede del Palamonti, una realtà che ancora prima del suo nascere ha visto in Capellini un forte sostenitore e promotore. Il presidente Valoti ha spiegato il legame con Capellini: «Il nostro rapporto è diventato una vera amicizia. Pino ci ha aiutato fin dal lontano 2001 a valorizzare le attività del Cai bergamasco e a comunicarle nel modo migliore». E ha aggiunto: «Anche per la sua passione per la montagna è stato facile confrontarsi con lui quasi quotidianamente con un solo obiettivo: divulgare la montagna».

Quella assegnata a Pino Capellini non è stata l’unica benemerenza consegnata il 10 luglio da parte del Cai di Bergamo. Un attestato è andato a Fiorella Lanfranchi per la sua attività di «montagna terapia», il premio di studio dedicato alla memoria dell’alpinista Mario Merelli è stato assegnato a Milena Zarbà e una menzione speciale a Greta Ghilardi.

Correlati

Scopri l'app gratuita Orobie Active

Scopri l'app gratuita Orobie Active

Sul proprio smartphone tantissimi itinerari e una montagna di informazioni sulle escursioni e sugli itinerari curati dalla redazione di Orobie. GUARDA LA VIDEOCLIP.In una ...

Articolo
Basta una mail e Orobie è anche digitale

Basta una mail e Orobie è anche digitale

È importante indicare il proprio indirizzo di posta elettronica al momento del rinnovo o dell’attivazione dell’abbonamento alla nostra rivista. Ogni mese, oltre alla ...

Articolo
A Pavia e sul Ticino con Orobike

A Pavia e sul Ticino con Orobike

La rivista Orobie ve ne ha parlato nel numero 340 dello scorso gennaio. Con una proposta a impatto praticamente zero sull’ambiente: andare alla scoperta ...

Evento
Moro bloccato dalla neve: Teniamo duro

Moro bloccato dalla neve: Teniamo duro

L’alpinista è impegnato nella conquista del Manaslu, ma il maltempo ostacola la spedizione, ferma al campo base. L’aggiornamento alla redazione di Orobie direttamente ...

Articolo