Articolo

Pubblicità, sgravi fiscali per chi investe

18 Settembre 2018 / 11:45
0
1
912
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

Pubblicità, sgravi fiscali per chi investe

18 Settembre 2018/ 11:45
0
1
912
Scritto da Redazione Orobie

La legge 50/2017 premia coloro che nel 2018 aumenteranno di almeno l’1% i propri investimenti pubblicitari rispetto a quanto investito nel 2017. Vale anche per Orobie: le domande sono da presentare tra il 22 settembre e il 22 ottobre. Ecco come.

«Forse non tutti sanno che» e «Strano ma vero» sono due notissime rubriche della «Settimana enigmistica». Il richiamo cade a proposito per una notizia destinata a far felici aziende, lavoratori autonomi ed enti non commerciali. L’articolo 57 bis della legge 50/2017 premia con significativi sgravi fiscali coloro che nel 2018 aumenteranno di almeno l’1% i propri investimenti pubblicitari rispetto a quanto investito nel 2017 sui medesimi canali di informazione: stampa e siti web da un lato, radio e tv locali dall’altro. Vale anche per Orobie.

L'alpinista Denis Urubko mentre sfoglia la rivista Orobie

Già, ma a quanto ammontano questi sgravi? Il credito di imposta previsto dalla legge è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti pubblicitari effettuati rispetto a quanto investito l’anno precedente. Tale credito sale al 90% nel caso di investimenti pubblicitari effettuati da piccole e medie imprese, microimprese e start up innovative.

Un esempio

Un’impresa che nel 2018 investa in pubblicità 10.000 euro in più rispetto a quanto investito nel 2017 può risparmiare fino a 7.500 euro di tasse. Una piccola e media impresa o una start up innovativa potranno risparmiare fino a 9.000 euro di tasse. Qualora le richieste di sgravio fossero superiori alla cifra disponibile, il credito d’imposta sarà ripartito tra gli aventi diritto su base proporzionale rispetto alle domande pervenute.

Questo beneficio fiscale è applicabile anche agli investimenti pubblicitari effettuati tra il 24 giugno e il 31 dicembre 2017, ma solo sulla stampa, anche on line, e sempre in presenza di un incremento di almeno l’1% rispetto a quanto investito nel medesimo periodo del 2016.

Le cifre a disposizione

La somma complessiva erogata dal Governo è di 62,5 milioni di euro. Cinquanta milioni per l’investimento sulla stampa (20 milioni per gli investimenti effettuati nel secondo semestre del 2017, 30 milioni per quelli effettuati o da effettuare nel 2018); 12,5 milioni di euro sono riservati agli investimenti effettuati o da effettuare nel corso del 2018 sulle emittenti radio-televisive locali. Il credito di imposta non è cumulabile con altre agevolazioni ed è utilizzabile a compensazione delle tasse dovute al fisco (versamenti Iva, ritenute fiscali, contributi previdenziali, etc) tramite il modello F24.

La richiesta per il 2018

Le domande per l’accesso al credito d’imposta relative agli investimenti effettuati nel 2018 andranno presentate a decorrere dal prossimo 22 settembre ed entro il 22 ottobre. L’investimento incrementale va distinto per canale di comunicazione: carta stampata e web da un lato, tv e radio dall’altro. Terminata la fase delle «prenotazioni», il Dipartimento per l’Informazione avrà 30 giorni per definire la graduatoria degli aventi diritto, con indicazione dell’eventuale percentuale provvisoria di riparto e dell’importo fruibile. Attenzione: un investimento non può intendersi incrementale se nel corso dell’anno precedente l’azienda non ha investito nulla nel medesimo canale di comunicazione. I soggetti interessati dovranno compilare un modulo ed effettuare una comunicazione telematica sulla apposita piattaforma dell’Agenzia delle Entrate. Il consuntivo degli investimenti effettuati nel 2018 dovrà venir presentato tra il 1° e il 31 gennaio 2019.

La richiesta per il 2017

Procedura analoga vale per gli investimenti effettuati nel 2017, con esclusione delle emittenti radiotelevisive. All’interno della medesima finestra temporale, gli aventi diritto dovranno inviare per via telematica una richiesta certificata da un professionista abilitato (ad esempio un commercialista), utilizzando un modello e una piattaforma messi a punto dalla Agenzia delle Entrate.

Per saperne di più

Per aspetti di natura fiscale e amministrativa è possibile chiamare lo 035.386243, o inviare una mail all’indirizzo [email protected]. Per opportunità commerciali e investimenti, il telefono è lo 035.358888, digitando 1 (segreteria commerciale). La mail è [email protected].

Correlati

A San Valentino Orobie fa «La coppia perfetta!»

A San Valentino Orobie fa «La coppia per...

Per San Valentino la coppia è perfetta. Ed è una opportunità per gli innamorati alla ricerca di un pensiero originale, legato al proprio territorio ...

Articolo
Pubblicità su Orobie, c'è il bonus

Pubblicità su Orobie, c'è il bonus

Un bonus dedicato a chi investe in pubblicità nel 2020 su quotidiani, periodici, testate online ed emittenti radio-televisive.Il decreto legge n. 50/2017 all ...

Articolo
Ciao Cesarino, il papà di Orobie

Ciao Cesarino, il "papà" di Orobie

È morto Cesare Ferrari, 83 anni, l'editore di Clusone (Bergamo) che nel 1990 ha fondato Orobie. Ecco il nostro ricordo e il nostro grazie ...

Articolo
Degustazione di formaggi, ecco i premiati

Degustazione di formaggi, ecco i premiati

Assegnati i riconoscimenti agli abbonati alla rivista Orobie messi in palio in collaborazione con la Latteria sociale Valtellina di Delebio (Sondrio). I fortunati sono di ...

Articolo