Articolo

Li abbiamo votati. Ora il Fai comincia a salvarli

12 Novembre 2019 / 13:37
0
0
322
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

Li abbiamo votati. Ora il Fai comincia a salvarli

12 Novembre 2019/ 13:37
0
0
322
Scritto da Redazione Orobie

Sono i Luoghi del cuore, individuati attraverso il censimento promosso da Fai, Fondo ambiente italiano, e Intesa San Paolo che ora verranno riqualificati.  

500.000 euro per dare un futuro ai 27 "Luoghi del cuore", più votati nel 2018 da oltre due milioni di persone. Il vincitore -  114.670 voti -  è stato ilmonte Pisano, in provincia di Pisa, devastato da un enorme incendio nel settembre 2018.

 La commissione del Fai, composta da archeologi, architetti e storici dell'arte, ha vagliato le proposte secondo otto parametri di valutazione: numero di voti ricevuti; qualità e innovatività della proposta; possibilità di effettuare un intervento significativo e duraturo, anche se circoscritto; valenza storico-artistica, architettonica o naturalistica-ambientale; valore identitario per il territorio di riferimento; urgenza dell’intervento; partnership e costruzione di reti sul territorio; attività di divulgazione e comunicazione previste a sostegno dell’intervento. 

In Lombardia il Fai interverrà, con un contributo di 9.000 euro, a favore del Santuario della Cornabusa a Sant'Omobono Terme (Bg), al quarto posto della classifica nazionale con 47.936 voti. L'intervento, richiesto dalla Parrocchia di San Bernardino da Siena di Cepino - permetterà di valorizzare il bene attraverso una strategia di promozione per il Santuario e il suo contesto paesaggistico e storico, al fine di approfondire e consolidare il suo legame con il territorio, di restituire ai pellegrini un'esperienza di visita a 360 gradi e di attirare l'interesse dei più giovani.

Ph. Mesturini Morelli @FAI

Il Fai sosterrà anche, con un contributo di 30.000 euro, la Basilica di Santa Giulia, Bonate Sotto (Bg), al 13° posto nella classifica nazionale con 21.191 voti. Venne realizzata fuori dal borgo, in un contesto rurale, e nel corso del Medioevo; eventi avversi disgregarono la comunità, così la basilica rimase incompiuta e i manufatti già realizzati, abbandonati. Oggi è utilizzata come cappella del cimitero sorto attorno a essa. 

Il Comune di Bonate Sotto ha definito un progetto di restauro suddiviso in cinque lotti funzionali. L'intervento sostenuto da Fai e Intesa Sanpaolo riguarda il primo lotto con il restauro della copertura e dei paramenti lapidei della parte absidale.

Per maggiori informazioni e per continuare a seguire il progetto: www.iluoghidelcuore.it


Correlati

Bergamo, palazzo Moroni diventa un bene Fai

Bergamo, palazzo Moroni diventa un bene Fai

Dopo il mulino di Bàresi, a Roncobello, nella Bergamasca c’è un altro bene del Fai-Fondo ambiente italiano. È stata infatti stipulata un’intesa con ...

Articolo
Li abbiamo votati. Ora il Fai comincia a salvarli

Li abbiamo votati. Ora il Fai comincia a...

Sono i Luoghi del cuore, individuati attraverso il censimento promosso da Fai, Fondo ambiente italiano, e Intesa San Paolo che ora verranno riqualificati.   ...

Articolo
Orti condivisi, concorso per agricoltura urbana

Orti condivisi, concorso per agricoltura...

Si rinnova il concorso "Orto fai da te", un'iniziativa dell'associazione Nostrale e della cascina Cuccagna di Milano. L'edizione 2019, la terza dalla ...

Articolo
Indietro nel tempo a castel Grumello

Indietro nel tempo a castel Grumello

Un vero e proprio viaggio nel passato quello proposto dal Fai Giovani di Sondrio, nel prossimo fine settimana a Montagna in Valtellina.La rocca di ...

Evento