Articolo

Come sarà l'estate nei rifugi?

20 Aprile 2020 / 16:00
0
1
617
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

Come sarà l'estate nei rifugi?

20 Aprile 2020/ 16:00
0
1
617
Scritto da Redazione Orobie

Ci si interroga su come sarà l'estate nei rifugi, non senza qualche polemica.

I gestori dei rifugi si stanno da tempo confrontando su come affrontare i prossimi mesi e organizzare una riapertura in sicurezza.  Su di loro sono arrivate come una doccia fredda le parole di Antonio Montani, vicepresidente del Cai nazionale e responsabile dei rifugi. In un'intervista a La Repubblica, Montani ha dichiarato che "In montagna sarà un'estate mai vista: temo la prima, dopo la fine della seconda guerra mondiale, con i rifugi d'alta quota chiusi. Escursionisti e alpinisti dovranno adattarsi programmando gite di un giorno, oppure organizzandosi con tende, sacchi a pelo e cibo negli zaini." 

Parole che hanno suscitato la reazione immediata del Coordinamento nazionale rifugi e S.A.T, al quale si sono uniti i Rifugi di Lombardia.

"Oltre un terzo della nostra regione - scrivono  i rappresentanti dei rifugisti -  è occupata da un variegato paesaggio montano, con tanti rifugi che svolgono un importante presidio del territorio, l’attività sportiva e la funzione collettiva, dal controllo dei sentieri alla pulizia dell’ambienteLe montagne sono uno dei patrimoni che la natura ha concesso al nostro paese e che come tale ci siamo sempre impegnati a preservare e mantenere in vita, anche attraverso il turismoDietro ogni rifugio ci sono tante storie, tante famiglie e tante persone che ogni anno, rimettono in moto un’ospitalità che spesso vive di condizioni estreme, manutenzioni impegnative e rifornimenti difficili.

Ad oggi non ci sono disposizioni precise e possiamo solo immaginare ipotetiche soluzioni da mettere in campo per evitare che il nostro settore sprofondi portando con sé le singole realtà di ogni rifugio e lo sforzo che nel tempo abbiamo messo per diffondere e mantenere viva la cultura della montagna di Lombardia."

Prenotazioni contingentate? Semplice servizio di ristoro per gli escursionisti, evitando assembramenti? Punto di appoggio per eventuali emergenze? Non si sa quale forma assumerà l'attività dei rifugi la prossima estate. E' certo però che occorre adottare decisioni informate e condivise, ricordando che "Le parole sono come azioni e fanno accadere le cose, dice lo scrittore Hanif KureishiCi piacerebbe che tutti, in questo momento difficile in cui l’agire fisico è fermo o limitato ai confini giustamente imposti, ci ricordassimo del peso e del ruolo delle parole, nel contesto presente e immediato ma soprattutto per il futuro."

Il vicepresidente Montani nel frattempo ha corretto il tiro spiegando che "Pur essendo vero che possono esserci difficoltà a riaprire i rifugi, soprattutto quelli di alta quota, deve essere chiaro che il Club alpino italiano si è attivato e sta lavorando per scongiurare questa ipotesi. Faremo di tutto, sia intervenendo nelle sedi istituzionali per spiegare la differenza che c'è tra rifugio e albergo, sia mettendo a disposizione delle nostre Sezioni e dei rifugisti tutte la risorse per poter contribuire alla riapertura delle strutture."





Correlati

Domenica la prima Giornata regionale delle montagne

Domenica la prima Giornata regionale del...

Domenica 5 luglio si celebra la prima Giornata regionale delle montagne lombarde.La Giornata è stata istituita lo scorso febbraio dal Pirellone. L’obiettivo è ...

Articolo
Ecco dove vivono gli stambecchi in Lombardia

Ecco dove vivono gli stambecchi in Lombardia

Completata la georeferenzazione del terzo anno del contest Stambecco Orobie e Lombardia.Quest'anno il progetto Stambecco Orobie e Lombardia non si terrà in ...

Articolo
Trofeo Kima nel 2022, l'anno prossimo skymarathon sulle Grigne

Trofeo Kima nel 2022, l'anno prossimo sk...

Trofeo Kima, appuntamento al 2022. Gli organizzatori ci hanno provato fino all'ultimo, ma la situazione non consente lo svolgimento di una gara che richiama ...

Articolo
Nei rifugi il kit anti covid del Cai

Nei rifugi il kit anti covid del Cai

E' iniziata anche nei rifugi lombardi la distribuzione dei kit anti Covid ideati dalla Commissione Centrale Rifugi e Opere Alpine del Cai.Club alpino italiano ...

Articolo