Articolo

Disastro del Gleno, i giorni della memoria

09 Novembre 2023 / 19:00
0
0
1354
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

Disastro del Gleno, i giorni della memoria

09 Novembre 2023/ 19:00
0
0
1354
Scritto da Redazione Orobie

Una commemorazione diffusa, tra le valle di Scalve Camonica, un evento unitario che, come le acque del Gleno, toccherà le Comunità colpite per tributare un omaggio alle vittime e ai sopravvissuti. 

L'1 dicembre prossimo, giornata in cui ricorre il centesimo anniversario dal Disastro che nel 1923 provocò 359 vittime accertate e danni incalcolabili, tra Bueggio, Dezzo e Corna di Darfo, si terrà il "Percorso della memoria". Partenza da Bueggio alle 10, dalla lapide a ricordo delle vittime del Gleno di Bueggio; a seguire Dezzo (piazza Vittorio Emanuele) e per chiudere a Corna di Darfo (chiesetta dei Morti del Gleno). Verranno deposte corone d’alloro, con interventi delle autorità e benedizione.

Alle 14.30 in piazza Alpini di Angolo Terme avrà luogo la cerimonia di inaugurazione del "Memoriale in ricordo delle vittime del Gleno", installazione di bacheche illustrative con foto e testimonianze. Altra opera condivisa che sarà invece allestita nella stessa mattinata a Bueggio consiste nell’esposizione di oltre 400 mattonelle realizzate dalle comunità della valle di Scalve nell’ambito del progetto "Impronte della memoria". Da un’idea di Milda Poderyte Visentin, membro della Commissione della Biblioteca di Vilminore di Scalve, coinvolgendo i più piccolini, fino ad arrivare a due centenarie, sono state realizzate le mattonelle, ognuna delle quali è caratterizzata da un’impronta sull’argilla, prodotta da differenti oggetti raccolti sui percorsi per arrivare alla Diga.

Nel corso della giornata sono previsti anche quattro cerimonie religiose: alle 7.15 alla chiesa Parrocchiale di Bueggio, alle 16 a Corda di Darfo, alle 18 ad Angolo Terme e alle 20.30 a Dezzo. Alla sede del comune di Darfo sarà, inoltre, possibile acquistare una serie di cartoline realizzate dalla Commissione abbinate a un annullo filatelico speciale prodotto per l’occasione da Poste Italiane.

Le commemorazioni conclusive inizieranno ufficialmente la sera del 30 novembre alle 18, con l’accensione di "Luce per ricordare", toccante installazione luminosa ideata dal light designer Maurizio Quargnale, collocata sui ruderi della Diga. L'iniziativa è dell'Associazione di promozione sociale Scalve Mountain, in collaborazione con Promo Eventi e con il contributo tecnologico di Gewiss Spa. Non si tratta di una semplice illuminazione, ma di un movimento luminoso che varierà per tonalità e intensità, evocando le emozioni e il profondo cordoglio che ancora oggi la vicenda del Gleno suscita nelle popolazioni che furono investite dalla tragedia.

Nella stessa giornata, verrà riconosciuto al rudere lo Scudo Blu, simbolo internazionale della protezione dei beni culturali dai rischi di conflitti armati, secondo quanto indicato dalla Convenzione dell’Aja.

A seguire, il 4 dicembre alle 20.30 a Darfo Boario Terme, Lella Costa interpreterà il reading teatrale "La Voce degli invisibili", accompagnata dalla musica dell’orchestra di Fiati della Valle Camonica, mentre il 9 dicembre alle 20.30 a Vilminore di Scalve si terrà "Memoria di un disastro-Gleno 1923" a cura degli alunni della scuola media Valle di Scalve. 

E iniziative sono in programma anche a novembre: il 15 e 16, su invito dell’europarlamentare Marco Zanni, una delegazione bergamasca e bresciana partirà per Bruxelles dove, alla sede del Parlamento europeo, è stata allestita la mostra "Il disastro del Gleno. Storia di una tragedia dimenticata" a cura di Sergio Piffari, con i contributi di Stefano Albrici e Davide Tontini del Comitato Centenario Disastro Diga del Gleno.

Il 18 novembre dalle 15 all’oratorio G. Tovini di Angolo Terme si terrà il convegno "Gleno 1923: storia e conseguenze di un disastro". Il 23 alle 20.30 a Darfo Boario Terme l’incontro a cura di Luca Giarelli "1° dicembre 2023. L’onda della Diga del Gleno".

È in programma, inoltre, il 25 novembre dalle 9 alle 13 nell’Aula Magna dell’Università degli studi di Bergamo il convegno nazionale "A partire da quel che resta. Il Disastro del Gleno, tra storia e paesaggio, memoria e futuro". Nel corso della mattinata, saranno illustrati i risultati dell’omonimo progetto di ricerca strutturato su tre assi tematici: uno studio scientifico legato agli aspetti ingegneristici-strutturali, curato da Andrea Belleri; una ricerca e indagine critica volta a ripercorrere il profilo storico degli atti, delle piste di indagine e delle vicende processuali legate al disastro, coordinato da Federico Mazzei; una interpretazione geografica, volta a fare emergere personalità dei luoghi, sistemi di relazione storicamente strutturatisi e opportunità di fruizione e promozione territoriale, condotta da Federica Burini, Fulvio Adobati e Renato Ferlinghetti. Inoltre, la ricerca contiene un’analisi sociologica dei processi di formazione e costruzione della memoria collettiva a cura di Lorenzo Migliorati.

Nella stessa giornata, al cinema Prealpi di Schilpario, si terrà "Memoria di un disastro-Gleno 1923" a cura degli alunni della scuola media Valle di Scalve. Il giorno successivo, fiaccolata a Bueggio.

Le iniziative commemorative hanno preso il via lo scorso 21 aprile, scandendo le tappe del ricordo in valle di Scalve e in valle Camonica. Incontri, convegni, concerti, mostre, momenti sportivi, presentazioni letterarie e spettacoli teatrali per oltre 50 appuntamenti sviluppati dal Comitato Centenario Disastro Diga del Gleno, in coordinamento con enti e istituzioni tra la valle di Scalve e la valle Camonica, con il patrocinio della Provincia di Bergamo e della Provincia di Brescia, della Comunità Montana di Scalve e della Comunità Montana della Valle Camonica, oltre che dei Comuni di Angolo Terme, Azzone, Colere, Darfo Boario Terme, Schilpario e Vilminore.


Correlati

Scialpinismo, sfida sulle nevi di Colere

Scialpinismo, sfida sulle nevi di Colere

Domenica 18 febbraio torna in valle di Scalve la tradizionale Ski Alp 3 Presolana. Quest'anno sarà gara Long Distance.Una sfida nel cuore delle ...

Evento
Diga del Gleno. Immagini dal drone

Diga del Gleno. Immagini dal drone

L'1 dicembre è stato ricordato il centenario del disastro del Gleno. Condividiamo con voi l'omaggio del fotografo Mirko Pizzaballa.Ai ruderi della diga ...

Articolo
Orobie Extra. Per noi è tempo di saluti

Orobie Extra. Per noi è tempo di saluti

Un grande grazie a Paolo Confalonieri che ha diretto la rivista negli ultimi sei anni e diamo il bentornato a Emanuele Falchetti, che a Orobie ...

Articolo
Orobie Extra. Cammini dai monti alla pianura

Orobie Extra. Cammini dai monti alla pianura

Il numero di dicembre della nostra rivista viaggia come sempre dalle montagne alla pianura per raccontare la Lombardia più bella.E' un numero speciale, questo ...

Articolo