Itinerario T

Schilpario-Campelli con le ciaspole

  • Escursionismo
15 Dicembre 2017 / 11:30
0
0
18352
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Schilpario-Campelli con le ciaspole

15 Dicembre 2017/ 11:30
0
0
18352
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Schilpario-Campelli con le ciaspole

15 Dicembre 2017/ 11:30
0
0
18352
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

Con le ciaspole in Valle di Scalve, in particolare sull’altopiano dei Campelli, a Schilpario (Bergamo). Questa che presentiamo è una facile e classica proposta, che rappresenta un notevole valore ambientale e paesaggistico che richiama spesso gli scenari dolomitici. È una gita sicura, da tenere presente quando altrove c’è una situazione di pericolo valanghe. Tutto questo lungo un itinerario alle falde delle più «dolomitiche» delle montagne bergamasche, che in inverno esaltano maggiormente il loro aspetto.

L’escursione prende avvio dalla località Fondi (1.261 metri), qualche chilometro a monte di Schilpario dove, normalmente, cessa la strada tenuta sgombra da neve e dove vi è la possibilità di parcheggio e partire già con le ciaspole ai piedi

Salendo si segue la strada per il passo del Vivione, approfittando magari di tagliare qualche tornante transitando per prati e in circa un’ora e 20 minuti si raggiunge la baita Cimalbosco, a volte aperta e con possibilità di ristoro (1.580 metri), e il rifugio Cimone della Bagozza, ricavato in un edificio che ospitava i minatori e aperto tutto l’anno. Grande panorama sul gruppo calcareo della Presolana.

Qui si abbandona la strada del passo del Vivione per prendere a destra (vedi cartello indicatore) la traccia della carrareccia che sale verso il passo dei Campelli. Seguendo più o meno fedelmente questa traccia si transita dalla malga Campelli di Sotto (1.640 metri), dove la vista spazia sul Cimone della Bagozza, dai sicuri pascoli della Val Teiass e infine si perviene alla malga Campelli di Sopra (1.815 metri).

Per coloro che ancora hanno «birra nelle gambe», proponiamo l’estensione di altri venti minuti per giungere al passo dei Campelli (1.890 metri), che si affaccia panoramico sulle Alpi della Valle Camonica e sull’Adamello, seguendo la traccia della carrareccia che, con un lungo traverso, taglia i pendii del monte Campione e porta al valico.

La difficoltà di questo itinerario è di tipo escursionistico, con un dislivello di 550 metri e un tempo di percorrenza di due ore e mezza. Lungo il percorso i pericoli sono moderati e il periodo consigliato per andare alla scoperta dell’altopiano dei Campelli con le ciaspole ai piedi va da dicembre ad aprile.