Itinerario 5a

07.03.2021: Via GGG - Monte San Martino

  • Arrampicata su roccia
  • 6 ore 30 minuti
02 Aprile 2021 / 23:27
0
0
569
Scritto da Fabio Micheletti
Itinerario

07.03.2021: Via GGG - Monte San Martino

02 Aprile 2021/ 23:27
0
0
569
Scritto da Fabio Micheletti
Itinerario

07.03.2021: Via GGG - Monte San Martino

02 Aprile 2021/ 23:27
0
0
569
Scritto da Fabio Micheletti

Il percorso

Dopo 2 falesiate di allenamento e ripresa dopo il lungo inverno oggi si torna a scalare con il socio nella nostra "palestra", il Monte San Martino. 

Il Medale, la parete dei lecchesi

Il buon Ivo Ferrari in questi anni si sta dando alla riscoperta di vecchie vie e all'apertura di nuove vie. In particolare, oggi facciamo una via che è stata aperta da lui nell'ottobre 2020 (quindi la nostra è una delle prime ripetizioni). La via in questione è GGG.

 
Inizio della via

Relazione:

1° tiro: si sale tra salti di roccia ben gradinati (e rovi ben appuntiti) e con un traverso a sinistra si arriva alla sosta (2 fix da collegare), difficoltà max III+  -  aperto dal socio

2° tiro: dalla sosta si sale prima in verticale per un diedro di IV grado con roccia buona per poi uscire leggermente a destra. Da qui man mano ci si sposta di nuovo a sinistra per prendere una fessura ascendente verso destra che porta alla base della larga fessura centrale, non banale, di V-. La fessura va risalita integralmente, verso la fine le difficoltà calano, per poi traversare a sinistra e continuare per facili fessure e canalini fino all'uscita presso le catene del sentiero attrezzato Vergella. Fare sosta su di esse (1 fix), difficoltà max V-  -  aperto dal sottoscritto.

Il 2° tiro visto dalla sosta del 1° tiro.

Foto del socio Pietro Moro

All'uscita della via
Panorami lecchesi
Bella vista sul Medale

La discesa avviene per il sentiero attrezzato della Vergella e poi per il solito sentiero dell'andata fino a tornare a Rancio.

Il socio in discesa dal sentiero Vergella

Attrezzatura consigliata: N.d.A., un set di nuts medio-piccoli e un set di friends medio-piccoli (la via, seppur chiodata bene, ha dei tratti non banali chiodati un po' "lunghi", meglio avere a dietro qualche protezione!)

Insomma, è stato bello tornare sul San Martino per una via nuova, l'estate si avvicina e gli obiettivi sono tanti, è giusto arrivare forti e motivati!

P.S.: dopo avervi raccontato la parte brutta della giornata ora vi racconto la parte bella: la gioia provata da due milanesi nel trovare la ss36 deserta in stile "the day after" ahahahah!