Itinerario T

A Seveso, nel Parco Bosco delle querce

  • Escursionismo
03 Settembre 2021 / 10:53
0
0
866
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

A Seveso, nel Parco Bosco delle querce

03 Settembre 2021/ 10:53
0
0
866
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

A Seveso, nel Parco Bosco delle querce

03 Settembre 2021/ 10:53
0
0
866
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

La rivista Orobie lo ha definito un «Prodigio naturale» e nel numero di agosto 2021 ha dedicato un ampio servizio, appunto con questo titolo, al Bosco delle querce di Seveso (Monza Brianza). 

Si tratta dell’area profanata nell’estate del 1976 dal disastro ambientale provocato dall’Icmesa di Meda, uno stabilimento chimico per la produzione di triclorofenolo, impiegato nella preparazione di erbicidi. Si verificò infatti una fuoriuscita di diossina, sostanza tossica e cancerogena.

Lì oggi sorge un Parco naturale regionale in cui regnano il verde e il silenzio. In oltre 40 ettari era rimasto soltanto un pioppo, mentre ai giorni nostri è un fulgido esempio della capacità dell’uomo di guardare avanti, crescere e correggersi. È infatti un’oasi molto frequentata, come documenta sulla rivista l’autore dei testi, Michele Mauri, mentre le fotografie sono di Maria Cristina Brambilla.

Il servizio è arricchito da una scheda con l’illustrazione di Damiano Nembrini, oltre che da un’intervista ad Antonio Mambriani. Quest’ultimo è funzionario dell’Ersaf-Ente regionale per i servizi all’agricoltura e alle foreste e segue il Bosco delle querce fin dal 1987, l’anno in cui l’allora Azienda regionale delle foreste prese in consegna l’area.

Ha in pratica vissuto tutte le fasi e tutti gli interventi che hanno trasformato l’area naturale Bosco delle querce in un Parco regionale di cintura metropolitana, istituito con la legge 21 del 28 dicembre 2005. Ha una superficie di 42,8 ettari. Il territorio del bosco dal 2001 è di proprietà della Regione Lombardia. Ente gestore è il Comune di Seveso.

Su nuovo terreno prelevato da altre parti della Brianza sono stati messi a dimora alberi sviluppati a pronto effetto: querce, aceri, carpini, pioppi neri e bianchi, biancospini e cornioli. Migliaia, che continuano a proliferare e a dare vita al Bosco delle querce.

Il Bosco delle querce si trova a circa 22 chilometri a nord di Milano ed è raggiungibile percorrendo la superstrada Milano-Meda (4), uscita 12-Meda. In treno, dista 500 metri dalla stazione ferroviaria di Seveso, sulla linea Fnm Milano-Asso, e a un chilometro circa dalla stazione Seveso-Baruccana.

L’ingresso principale è in via Ada Negri (riferimento 1 nella mappa) a Seveso, con possibilità di parcheggio (2), mentre altri accessi sono, sempre a Seveso, in via Redipuglia (3) e in via Vicinale dei boschi (7).

Nei pressi dell’ingresso di via Ada Negri si trova il centro visite (8) del Bosco delle querce. La struttura ospita l’infoparco, l’area uffici e una sala polivalente dedicata all’educazione ambientale. È possibile prenotare visite guidate per le scuole di ogni ordine e grado, per gruppi e associazioni. Per maggiori informazioni: Comune di Seveso-Ufficio ecologia, tel. 0362/517214 – 0362/517208; [email protected]; www.boscodellequerce.it

Il grande pioppo (5) simbolo del Parco regionale si trova nei pressi della vasca di Seveso (6).