Itinerario BS

Carona, al Vallone con lo snowboard

  • Scialpinismo
  • 4 ore 30 minuti
01 Aprile 2022 / 11:00
1
0
1118
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Carona, al Vallone con lo snowboard

01 Aprile 2022/ 11:00
1
0
1118
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Carona, al Vallone con lo snowboard

01 Aprile 2022/ 11:00
1
0
1118
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

Nel Vallone di Carona (Bergamo) insieme a due grandi dello snowboard alpinismo. Sulla rivista Orobie di marzo 2022 sono il commissario tecnico della nazionale italiana Cesare Pisoni e Maurizio Panseri, profondo conoscitore delle Orobie, a condurci in questo angolo di Lombardia

L’escursione di scialpinismo ha come obiettivo principale la qualità della discesa. La si può affrontare in qualsiasi periodo della stagione invernale, sempre dopo aver verificato i bollettini di Aineva, l’Associazione interregionale di coordinamento e documentazione per i problemi inerenti alla neve e alle valanghe (www.aineva.it). Le settimane primaverili, però, per gli appassionati restano quelle predilette.

A Carona, in alta Valle Brembana, si trova parcheggio lungo via Locatelli (1.220 metri). Non dimenticatevi di acquistare il «Gratta e sosta» in uno degli esercizi commerciali del paese. Non si fa altro che seguire la strada agrosilvopastorale (segnavia 210) che indirizza a due tra le più note case alpine delle Orobie bergamasche: i rifugi Calvi e Longo. Prendiamo quota con facilità, affrontando pendenze per niente impossibili. Nella parte iniziale, a 1.300 metri di altitudine, si attraversa il borgo di Pagliari

Una fontanella e un ristoro sono riferimenti per i tanti escursionisti che frequentano la zona. Ci si lascia guidare dal percorso, con pendenze che a tratti si fanno più impegnative, fino alla località Lago del Prato (1.655). Non prendiamo in considerazione i segnavia per il rifugio Longo piegando, invece, a destra salendo verso il Calvi. Non lo raggiungiamo, fermandoci non molto distanti dalla baita Costa della Mersa (1.890).

Da qui ci si abbassa alla baita della Capra (1.759). Possono essere di aiuto come riferimento direzionale i sentieri 213-247 che arrivano a incrociare il 236 che risale, verso sud, la valle dei Frati. Prendiamo quota fino all’omonimo lago, sbarrato da una diga, e proseguiamo puntando al passo di Aviasco occidentale (2.289). 

È importante fare attenzione ai versanti alla nostra destra, che risaliamo in diagonale giungendo sullo spartiacque a circa 2.500 metri di altitudine. Eccoci alla stretta entrata del Vallone, che può essere modellata dal vento, con cornici di neve

Pochi metri e si apre in un anfiteatro con pendenze ideali per la sciata. Senza vegetazione, ci si abbassa fino a 1.700 metri. 

Una volta nel bosco lasciamo sulla destra il dosso dei Signori (1.789) e seguendo l’itinerario 247, sulla sponda orografica sinistra del Brembo, ci riportiamo a Pagliari dopo aver attraversato il fiume su un ponticello.


Commenti

larry riwolf 2 mesi, 4 settimane

Bè forse questa condizione risale ad un inverno che non proprio quello di quest'anno. C'è troppa neve per essere questo inverno.

  • Redazione Orobie 2 mesi, 4 settimane

    Buongiorno. Infatti è dell'inverno scorso, che ci ha dato grandi soddisfazioni in quanto a nevicate. Le immagini che utilizziamo sulla rivista si riferiscono sempre alle annate precedenti, per consentirci di realizzare i servizi e di "confezionarli" per la rivista. Grazie mille per la vicinanza a Orobie!