Itinerario EE

Alle piane di Preda Rossa

  • Escursionismo
  • 5 ore 45 minuti
16 Giugno 2023 / 20:15
0
0
2205
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Alle piane di Preda Rossa

16 Giugno 2023/ 20:15
0
0
2205
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Alle piane di Preda Rossa

16 Giugno 2023/ 20:15
0
0
2205
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

Percorsi per tutti nell'incantevole Val Masino

Sul numero di giugno della rivista Orobie continuano i reportage della serie «Energia lombarda». Il racconto tocca le piane di Preda Rossa (Sondrio) con il servizio curato da Ruggero Meles (testi) e Marco Mazzoleni (foto) dal titolo «La diga che non c’è»

Lì, infatti, negli anni Sessanta del secolo scorso sarebbe dovuto sorgere uno sbarramento per la produzione idroelettrica. Venne pure costruita la strada, poi il progetto sfumò. Torbiera e portata dei torrenti sarebbero rimaste inalterate. Con lo stesso fascino che già nell’Ottocento incantò i primi alpinisti. Tra le proposte escursionistiche della zona ne abbiamo scelte due, un anello da Valbiore di Val Masino e una variante alla chiesina di San Quirico e al rifugio Scotti.

Per raggiungere Preda Rossa occorre lasciare la strada statale 38 del passo Stelvio poco prima di raggiungere Ardenno e imboccare la provinciale 9 della valle Masino. Poco oltre l’abitato di Cataeggio si prendere la strada agrosilvopastorale Sasso Bisolo-Preda Rossa. È consentito il transito soltanto se muniti di pass del costo di 12 euro, acquistabile dalle 7 alle 20 nei punti vendita autorizzati e dalle 20 alle 7 al parcometro di via Moss. Per chi pernotta nei rifugi Scotti (tel. 0342/640087) e Ponti (tel.0342/611455) il permesso è gratuito. 

È possibile salire in auto liberamente fino alla località Valbiore (1.225 metri) e poi procedere a piedi. Data la bellezza del paesaggio nelle piane di Preda Rossa e nella vicina valle Terzana, chiamata anche valle Scermendone, consigliamo di dedicare due giornate all’uscita pernottando nelle strutture di fondovalle o, meglio ancora, allo Scotti in località Alpe Sasso Bisolo (1.500), raggiungibile in auto, o al Ponti (2.559). 

Nel caso di una gita di un giorno saliamo in auto al parcheggio a quota 1.995 metri, a soli 10 minuti dalla prima piana di Preda Rossa. In breve si visita la torbiera iniziale grazie a un cammino ben tracciato di circa un chilometro, attrezzato con passerelle.

 Proseguendo in leggera salita si arriva alla seconda piana. Al ponticello si può scegliere se proseguire e, in circa in un’ora e trenta, fare tappa al Ponti. O, attraversato il torrente, si ridiscende al parcheggio lungo un sentiero sulla sinistra orografica della valle.

Consigliamo anche un percorso un po’ più lungo: dallo Scotti c’è la possibilità di compiere un anello salendo per la valle Scermendone fino alla chiesina di San Quirico (2.131 m), splendido belvedere sulla Valtellina. Da qui, con un facile cammino si arriva alla torbiera della piana di Preda Rossa da dove si può tornare allo Scotti per il sentiero che collega Preda Rossa alla località Alpe Sasso Bisolo.