Itinerario E

Escursione tra le contrade e i monti di Bellagio

  • Escursionismo
  • 3 ore
06 Ottobre 2023 / 20:15
0
2
3458
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Escursione tra le contrade e i monti di Bellagio

06 Ottobre 2023/ 20:15
0
2
3458
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Escursione tra le contrade e i monti di Bellagio

06 Ottobre 2023/ 20:15
0
2
3458
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

Bellagio è considerata la «Perla del Lario» per la bellezza di questa località posta sul lago di Como. Ma la maggior parte delle persone che la visitano si limitano al Borgo, vale a dire la parte centrale e turistica, mentre lo sforzo del Comune e degli operatori locali è di far conoscere anche le contrade e i facili percorsi di media montagna che caratterizzano la zona.

Ne parla la rivista Orobie di ottobre nel reportage «Meraviglia condivisa» con i testi di Mario Calzoni e le fotografie di Paolo OrtelliLo spunto è offerto da una manifestazione sportiva che calca proprio itinerari che partono dal lungolago, ma che raggiungono i dintorni della località comasca. Si tratta della Bellagio skyrace, che la Nsc Bellagio sky team organizza da dieci anni. Quest’anno è in programma domenica 29 ottobre.

Dalla rivista Orobie di ottobre è tratto questo facile percorso da Bellagio fino a un punto panoramico unico: il Belvedere di Makallé, che domina la punta della «Perla del Lario», spartiacque tra i rami lecchese e comasco, il centro lago e i monti circostanti.

Partiamo dal lungolago Europa (posto a 200 metri di altitudine), dal pontile dei traghetti. La direzione è indicata dal cartello "Dorsale Monte San Primo". Passiamo dall’ingresso di villa Melzi e saliamo via Paolo Carcano. Per chi giunge in auto, qui si posteggia gratis e senza limiti di orario. Da via Melzi D’Eril arriviamo a Loppia, con il molo e la chiesetta romanica.


Tocchiamo un’altra contradaGuggiate, e andiamo avanti per Mulini del Perlo-Chevrio. Oltrepassiamo il punto di accoglienza del Sentiero Italia Cai, l’agriturismo La Derta, il ponte sul torrente Perlo e imbocchiamo la scalinata, inizio del Sentiero 1-Dorsale del Triangolo lariano.

Sulla strada asfaltata teniamo la sinistra in salita. Alle spalle i monti di Tremezzo, la Tremezzina, Grona e Bregagno. Arrivati in cima, a sinistra vediamo la Grigna settentrionale e i rilievi lecchesi. Dopo Cagnanica la mulattiera ci porta a Mulini del Perlo (360 metri). Sul Sentiero 1-Brogno attraversiamo tratti con gradini e un bosco.

Siamo a Begola e la dorsale del Triangolo lariano diventa una sterrata. Dritto e poi a sinistra sulla via in piano. Al bivio lasciamo il Sentiero 1 per via Cecilia Mella, verso Chevrio. Alla fontana la direzione è per Makallé-Visgnola-Bellagio e, al bivio successivo, per il capoluogo.

 Incontriamo l’agriturismo I drenn di Mazza Sophie e la trattoria Baita Belvedere. Eccoci al Belvedere di Makallé (640 metri), incanto sul Lario


Inizia la discesa. Quando la strada fa un angolo di 90 gradi prendiamo a destra. Al bivio ci guida il cartello per Visgnola-Bellagio, quindi la traccia di destra, e al successivo il Sentiero 2. A Visgnola percorriamo l’acciottolato che riporta a Bellagio.

Incontriamo l’Antica latteriapunto vendita di latte, formaggi e prodotti tipici. Seguiamo le indicazioni per Aureggio e, alla chiesa romanica, imbocchiamo la scalinata che riporta al pontile iniziale.