Articolo

Sentiero per i non vedenti in Presolana

27 Ottobre 2017 / 12:30
0
0
753
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

Sentiero per i non vedenti in Presolana

27 Ottobre 2017/ 12:30
0
0
753
Scritto da Redazione Orobie

Progetto del Rotary club Città di Clusone (Bergamo) per rendere accessibile a tutti il tracciato dal passo ai Cassinelli. Campagna sociale per raccogliere 40 mila euro da destinare ai lavori.

Il Rotary club Città di Clusone ha lanciato il progetto «Segnaletica in Braille Orobie bergamasche», che punta a rendere il sentiero che dal passo della Presolana va ai Cassinelli percorribile anche alle persone non vedenti. Il percorso verrà reso agibile a tutti, senza ostacoli, come per esempio radici o pietre. Avrà piazzole con tavole sensoriali e punti di sosta. Tutti possono dare il proprio contributo.

Quindi il Rotary club Città di Clusone aggiunge un nuovo tassello al progetto «Montagne per tutti» lanciato in occasione dell’Abbraccio della Presolana del luglio scorso, la cordata che con i suoi 2.846 partecipanti è entrata nel Guinness World Records. Il Rotary, con l’appoggio della Fondazione della Comunità Bergamasca che sosterrà la metà della spesa, ha messo a punto un progetto da 40 mila euro per rendere senza ostacoli il sentiero che dal passo della Presolana porta al rifugio Baita Cassinelli, che ora su decisione del Comune di Castione della Presolana verrà intitolato a Carlo Medici, guida alpina e pioniere dell’alpinismo nella Bergamasca.

L’intervento è denominato appunto «Segnaletica in Braille Orobie bergamasche» ed è rivolto in particolare alle persone non vedenti. Per questo è stata avviata una raccolta fondi. L’intervento si aggiunge al progetto reso possibile grazie alla piattaforma di finanziamento sociale Kendoo.it tra i partecipanti all’Abbraccio: sono stati raccolti 25.768 euro per rendere il rifugio ai Cassinelli accogliente e accessibile anche alle persone disabili o con ridotte capacità motorie.

Il progetto «Segnaletica in Braille Orobie bergamasche» sul sentiero dal passo della Presolana ai Cassinelli comporterà una spesa totale di 40 mila euro. Sono stati raccolti i primi 5 mila, che hanno consentito alla proposta di accedere a un finanziamento della Fondazione della Comunità Bergamasca, la quale sosterrà la metà della spesa. Per il resto della somma, il Rotary ha avviato una campagna di finanziamento sociale. Queste le coordinate bancarie per versare i contributi: Iban IT96U0311152910000000000824 intestato a Rotary club Città di Clusone, causale «Progetto Cassinelli», alla filiale di Clusone di Ubi. 

Il rifugio Baita Cassinelli, sulle pendici della Presolana (foto di Dimitri Salvi)

Info: telefono 0346.72419 o 347.8864104  - presidente@rotaryclusone.it