A Parre le foto di «Presolana 2.846»

In piazza San Rocco dal 13 al 31 luglio è allestita la mostra con le immagini dedicate allo storico abbraccio del 2017. Una proposta di Orobie in collaborazione con Comune, Pro loco e biblioteca del paese dell’alta Valle Seriana.

Nell’ambito del weekend dedicato a «Cordata della Presolana. Un anno dopo – Dalla malga Cassinelli al rifugio Vaccaro un abbraccio lungo un anno» viene inaugurata venerdì 13 luglio a Parre (Bergamo) la mostra fotografica «Presolana 2.846», dedicata dalla rivista Orobie allo storico Abbraccio alla «Regina delle Orobie» del 9 luglio 2017, entrato nel Guinness World Records. L’allestimento è all’aperto e sarà visitabile liberamente fino al 31 luglio in piazza San Rocco. L’iniziativa è del Comune, della Pro loco e della biblioteca di Parre, oltre che di Orobie, con il sostegno della società Uniacque spa, che gestisce il servizio idrico integrato.

L’inaugurazione della mostra sarà venerdì 13 luglio alle 18,30 con un aperitivo. In precedenza la mostra è stata esposta sul Sentierone a Bergamo in autunno, i pannelli sono poi stati spostati in Valle Borlezza, a Cerete (uno dei Comuni dell’Unione Presolana), a dicembre, quindi è stata la volta di Costa Volpino, Fonteno e Riva di Solto. Nei giorni scorsi l’allestimento si è spostato a Selvino e ora tocca a Parre.

Si potranno così rivedere le bellissime immagini dell’impresa bergamasca entrata nel Guinness World Records per il maggior numero di persone legate a una cordata, appunto 2.846. «The most people connected by rope», la categoria ufficiale del primato. Ma quel 9 luglio sui sentieri della «Regina delle Orobie» c’erano molte più persone, come i 380 capicordata e i 120 volontari del soccorso alpino e sanitario, oltre a tanti altri che hanno partecipato alla festa.

L'impegno di Orobie

Un anno fa la rivista Orobie era lungo tutti e venti i chilometri del grande abbraccio, dalla malga Cassinelli al passo di Olone, dallo Scagnello al sentiero della Porta. Tantissimi gli scatti realizzati dai fotografi e alcune delle loro immagini migliori sono state selezionate per questa mostra. Un omaggio non soltanto alla Presolana e alle Orobie, ma a tutte le montagne. Un team messo in campo con un notevole sforzo per coprire questo grande evento. I fotografi di Orobie hanno presidiato tutta la cordata, erano anche sull’elicottero che ha sorvolato la Presolana con la giudice dei Guinness Lucia Senigagliesi per constatare e documentare l’effettiva realizzazione del primato. Questi i fotografi di Orobie alla Cordata: Alessandro Bassan, Marco Caccia, Emilio Ferri, Marin Forcella, Emanuele Musitelli, Paolo Ortelli, Alex Persico, Davide Ripamonti, Michele Rossetti, Pio Rota, Dimitri Salvi, Massimo Sonzogni e Matteo Zanga.

L’allestimento, curato da Orobie e da Moma comunicazione, è stato possibile grazie alla collaborazione della società Uniacque Spa come main sponsor e al sostegno di Oriocenter, Credito Bergamasco-Banco Bpm e Italcementi. Il progetto della cordata è stato ideato e coordinato dal Club alpino italiano di Bergamo, dalla Provincia di Bergamo, dalla sezione degli alpini di Bergamo e dal Corpo nazionale del Soccorso alpino e speleologico.

La prossima tappe della mostra sarà Schilpario, dall’1 al 31 agosto.

Correlati

Orobie Extra. A dicembre immagini e mete da tenere nel cuore

Orobie Extra. A dicembre immagini e mete...

Siamo arrivati all'ultimo numero di Orobie per questo 2020, un anno tragico e difficile. Anche per noi, che abbiamo comunque cercato di farvi compagnia ...

Articolo
Un nuovo sentiero per l'anello delle Orobie

Un nuovo sentiero per l'anello delle Orobie

Ricostituito l'itinerario ad anello delle Orobie orientali, grazie a un nuovo sentiero tra Colle Palazzo e Ardesio. Il nuovo sentiero è stato ...

Articolo
Orobie Extra. Memoria, ambiente, territorio

Orobie Extra. Memoria, ambiente, territorio

L'attesa per la mostra omaggio a Tito Terzi; il lavoro che continua, nonostante il lockdown, nei musei e nelle realtà culturali; la tutela e ...

Articolo
Dicembre in edicola, per sognare con Orobie

Dicembre in edicola, per sognare con Orobie

Sta per concludersi un anno complicato, che non avremmo mai immaginato di dover affrontare. La rivista Orobie si è sempre presentata, puntuale, all'appuntamento con ...

Articolo