Itinerario

Sui colli c’è Bergamo urban trail

  • 4 ore
20 Luglio 2018 / 15:15
0
0
2695
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Sui colli c’è Bergamo urban trail

20 Luglio 2018/ 15:15
0
0
2695
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Sui colli c’è Bergamo urban trail

20 Luglio 2018/ 15:15
0
0
2695
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

Con Orobie ultra trail, la gara promossa da Asd Asso Orobica e Spia Games outdoor agency, protagoniste sono le montagne di Bergamo e Città Alta. A questo appuntamento di richiamo internazionale la rivista Orobie di luglio 2018 ha dedicato un servizio curato da Tatiana Bertera e con le fotografie di Klaus Dell’Orto.

In particolare la rivista si è occupa dell’ultima nata in casa Orobie ultra trail, vale a dire la Bergamo urban trail, la corsa di 20 chilometri sui colli cittadini in versione serale. Un percorso da compiere, per chi non è un runner, anche come escursione alla portata di tutti e, ovviamente, con tempi meno tecnici rispetto agli atleti. La But si è affiancata alla Out-Orobie ultra trail di 140 chilometri con partenza da piazza dell’Orologio a Clusone, e alla Gto-Gran trail Orobie di 70 chilometri il cui start è dal lungolago di Carona.

Tutto cittadino il percorso di But-Bergamo urban trail, di 20 chilometri e 700 metri di dislivello positivo. La partenza al campo Utili (posto a 265 metri di altitudine) in via Baioni, quindi si segue la green way fino a Valmarina, si procede per la località Al Mulino (306 metri), la Madonna della Castagna (275), l’incrocio Fontana-San Sebastiano (390) e, dopo il monastero di Astino (265) si raggiunge il traguardo in Piazza Vecchia (380), in Città Alta.

Questi i percorsi di Out e Gto. Il chilometro zero dei 140 dell’Orobie ultra trail è in piazza dell’Orologio a Clusone (a quota 670 metri). Da lì si raggiunge il rifugio Olmo (1.820), in Presolana, quindi si scende a Valzurio (1.630) per poi tornare in quota, al rifugio Albani (2.050), in Valle di Scalve. Il percorso del trail prosegue a Lizzola (1.400) e con la salita al rifugio Curò (1.600), passa da Valbondione (910) e dal rifugio Brunone, che è il punto più in quota con i suoi 2.285 metri. La gara continua fino al bivacco Frattini (2.250), per poi transitare al rifugio Fratelli Calvi (2.010).

 

Al rifugio Laghi Gemelli (1.950 metri di quota) il tracciato dell’Out coincide con quello di Gto-Gran trail Orobie che parte da Carona (1.120), per poi toccare i rifugi Alpe Corte (1.420) e Capanna 2000 (1.970). Si incontrano quindi il passo di Zambla (1.280), la baita Piazzoli (1.630), il roccolo di Barbata (1.330) e il rifugio Monte Poieto (1.350). Il passaggio per Selvino (950) e a Monte di Nese (905) conduce alla Maresana (560), dopo la quale manca soltanto il transito ai 300 metri di quota della località Al Mulino prima dell’ultimo dislivello fino a Piazza Vecchia, in Città Alta.