Itinerario T

Revoira, sul sentiero della transumanza

  • Escursionismo
  • 3 ore
28 Settembre 2018 / 10:15
0
0
752
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Revoira, sul sentiero della transumanza

28 Settembre 2018/ 10:15
0
0
752
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Revoira, sul sentiero della transumanza

28 Settembre 2018/ 10:15
0
0
752
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

In Svizzera, nel Canton Ticino, percorriamo l’itinerario etnografico Revöira, un tranquillo giro ad anello in val Verzasca che è anche uno dei numerosi sentieri della transumanza di questa zona del Luganese.

La rivista Orobie ne ha parlato nel numero di agosto 2018, con un servizio di Carlotta Cortese arricchito dalle fotografie di Matteo Zanga. Un trekking che ha toccato i borghi ormai abbandonati e le acque del torrente Verzasca, cristallino richiamo per bagnanti e tuffatori. È la zona in cui si trovano Corippo, il più piccolo comune della Svizzera, e la diga idroelettrica sul lago di Vogorno, dove James Bond girò una scena del film «007: GoldenEye».

Qui, lungo questo che oggi è diventato l’itinerario etnografico Revöira, uomini e animali trascorrevano la primavera prima di salire in estate sugli alpeggi di Orgnana, Cansgéll o su quelli delle valli d’Agro e Pincascia. Vi ritornavano in autunno, per poi scendere al piano durante la lunga stagione invernale.

Ci si incammina dalla chiesa parrocchiale di Lavertezzo (536 m), località generalmente associata all’immagine del ponte a doppio arco sul torrente Verzasca. Si avanza inizialmente su mulattiera e poi su sentiero comodo e ben battuto. Saliamo con pendenza facile e costante raggiungendo, attraverso un bosco di castagni, il nucleo di Sambugaro. Superato quest’ultimo la nostra meta sono i maggenghi di Revöira (970 m), con le caratteristiche costruzioni in pietra, e di Ca d’Dént. Difficile pensare che parte della valle possa aver sofferto in passato della scarsità d’acqua. Eppure il punto centrale di questo tracciato è un eccezionale impianto di approvvigionamento idrico (pozzi e vasche monolitiche), costruito proprio nelle zone di Revöira e Ca d’Dént, che permetteva di far fronte alla cronica penuria di quello che era considerato l’«oro blu». Siamo sul fianco sud occidentale della Föpia, cima che tocca i 2.106 metri, la montagna che sovrasta Lavertezzo.

Tutto il sentiero, di facile percorrenza, si snoda nel bosco intervallato da radure e tratti in costa serviti da balaustre e gradini. Si scende poi alla Motta, in territorio di Brione Verzasca, dove incontriamo la strada carrozzabile del fondovalle, e proseguendo sul «Sentierone», ancora in un bel bosco di faggi sulla sponda destra del corso d’acqua, torniamo al punto di partenza. Le limpide acque del torrente Verzasca accompagnano il cammino.