Itinerario T

Alla panchina gigante sul Monticolo

  • Escursionismo
  • ore 50 minuti
30 Ottobre 2020 / 09:15
0
3
1207
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Alla panchina gigante sul Monticolo

30 Ottobre 2020/ 09:15
0
3
1207
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Alla panchina gigante sul Monticolo

30 Ottobre 2020/ 09:15
0
3
1207
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

Alle big bench, le panchine giganti che stanno invadendo tutta Italia e che in Lombardia sono presenti dal Garda fino a Schilpario, è dedicato un reportage sulla rivista Orobie di ottobre 2020. I testi di Margherita Balduzzi e le fotografie di Dario Bonzi raccontano di queste postazioni diventate meta di facili escursioni, con un circuito dalle viste mozzafiato che è sorto tra il Sebino e la valle Camonica.

Una di queste è la panchina gigante di Darfo Boario Terme, in provincia di Brescia, che è stata collocata sul versante sud della collina del Monticolo. È un’altura che raggiunge i 393 metri sul livello del mare, situata nel mezzo della piana alluvionale della bassa valle Camonica e costeggiata sul lato sudovest dal corso del fiume Oglio. Il tragitto suggerito per raggiungerla è adatto a tutti ed è percorribile in meno di un’ora.

Percorrilo ora lasciandoti guidare dall'animazione di Relive:

Ci si incammina dal parcheggio della pista ciclabile camuna (230 metri), nel territorio di Angone, frazione di Darfo Boario Terme. Un primo tratto asfaltato, che seguiamo in direzione nordovest, ci porta dopo circa 300 metri al sentiero Cai che sale al Monticolo. Il tracciato, che troviamo sulla sinistra arrivando dal parcheggio, è stato sistemato di recente. Si attraversa un castagneto e, dopo la parte iniziale in salita, il percorso prosegue caratterizzato da un continuo saliscendi e attraversa l’intera collina. Avanzando si possono facilmente individuare numerose rocce riportanti incisioni risalenti a diverse epoche storiche. Il Monticolo ha sempre rappresentato, infatti, un punto di osservazione privilegiato e una postazione difensiva. Nella parte alta il bosco diventa più rado e vario e, giunti sulla cima (393 metri), vi si trova un piccolo osservatorio faunistico. Qui non mancano gli appassionati di birdwatching.

Proseguendo ci si abbassa leggermente e si incontrano dei laghetti, ma la presenza di acqua dipende dalle stagioni e dalle precipitazioni. A un bivio ci si indirizza a sinistra e con un’ultima breve salita arriviamo a una radura panoramica dove svetta la panchina gigante (330 metri). Una volta tornati al parcheggio vale la pena, dirigendosi a sud sulla strada sterrata per poco più di mezzo chilometro, visitare il sito archeologico dei Corni Freschi. Si tratta di un masso erratico con incisioni che riproducono alabarde e pugnali risalenti, secondo gli esperti, al III millennio a.C.. Nelle vicinanze si trovano anche una palestra di roccia per l’arrampicata sportiva e, all’estremità sud della collina, l’Archeopark, un parco tematico polifunzionale dal paleolitico all’età romana.

Sono davvero tante le proposte escursionistiche pubblicate sul sito di Orobie. Per scoprirle e cominciare a camminare, pedalare, ciaspolare o sciare clicca su: Itinerari. Oppure scarica sul tuo smartphone l'app gratuita Orobie Active.