Le foto di «Presolana 2.846» a Schilpario

La mostra di Orobie dedicata allo storico Abbraccio del 2017 è ospitata fino alla metà di agosto nella località turistica della Valle di Scalve, per trasferirsi poi fino a fine mese ad Azzone e Colere.

Per tutto il mese di agosto la mostra fotografica «Presolana 2.846» allestita dalla rivista Orobie in occasione dell’Abbraccio alla Presolana del luglio 2017 è in Valle di Scalve, in provincia di Bergamo. Fino al 15 agosto la si può visitare liberamente (è all’aperto, sul sagrato della chiesa parrocchiale) a Schilpario, mentre dal 16 agosto e fino al 28 agosto (sempre all’aperto e con accesso libero) sarà suddivisa in due location diverse, ad Azzone e a Colere.

La mostra fotografica è stata allestita con il sostegno di Uniacque Spa, la società che in provincia di Bergamo si occupa del servizio idrico integrato. Approda in Valle di Scalve su iniziativa del Comune di Azzone, della Pro loco di Colere e dell’Associazione turistica Atiesse di Schilpario. Nei mesi scorsi la mostra è già stata proposta con successo di pubblico e interesse generale sul Sentierone a Bergamo e poi è iniziata la fase itinerante in giro per la provincia, che ha portato «Presolana 2.846» a Cerete, Costa Volpino, Fonteno, Riva di Solto, Selvino e Parre. Ora è la volta di Schilpario e, dopo Ferragosto, toccherà ad Azzone e Colere.

In «Presolana 2.846» sono esposte alcune delle immagini scattate dai fotografi che la rivista Orobie ha messo in campo in occasione della Cordata della Presolana del 9 luglio 2017 che, con i suoi 2.846 partecipanti, è entrata nel Guinness World Records proprio per il maggior numero di persone legate in cordata. «The most people connected by rope», si legge nel certificato che ufficializza il primato mondiale. Sui sentieri della «Regina delle Orobie» c’erano poi 380 capicordata e 120 volontari del soccorso alpino e sanitario, mentre in migliaia hanno seguito l’evento collegati via internet da casa. Un evento proposto dall’Unione bergamasca sezioni e sottosezioni del Club alpino italiano, dalla Provincia di Bergamo, dalla sezione di Bergamo dell’Associazione nazionale alpini e dalla delegazione orobica del Corpo nazionale del Soccorso alpino e speleologico.

Guarda il video dello storico Abbraccio:

Le immagini scelte nella mostra fotografica sono quelle di Alessandro Bassan, Marco Caccia, Emilio Ferri, Marin Forcella, Emanuele Musitelli, Paolo Ortelli, Alex Persico, Davide Ripamonti, Michele Rossetti, Pio Rota, Dimitri Salvi, Massimo Sonzogni e Matteo Zanga. Il team ha presidiato tutta la Cordata, lungo il periplo di venti chilometri, documentando una giornata storica che ha avuto per protagonista la «Regina delle Orobie» e, insieme a lei, tutte le montagne.


Correlati

Degustazione di formaggi, ecco i premiati

Degustazione di formaggi, ecco i premiati

Assegnati i riconoscimenti agli abbonati alla rivista Orobie messi in palio in collaborazione con la Latteria sociale Valtellina di Delebio (Sondrio). I fortunati sono di ...

Articolo
Crocevia, Monza applaude Irene Borgna

Crocevia, Monza applaude Irene Borgna

Successo al teatro Binario 7 per il terzo incontro della rassegna con gli autori promossa da Orobie. L’autrice de «Il pastore di stambecchi» ha ...

Articolo
Ponte nel cielo e Mincio in bici con Orobie

Ponte nel cielo e Mincio in bici con Orobie

Due proposte da vivere all’aria aperta rivolte a tutti i nostri amici. E per gli abbonati alla rivista Orobie c’è anche la possibilità ...

Articolo
Nives Meroi a Lecco con Crocevia

Nives Meroi a Lecco con Crocevia

Secondo appuntamento, venerdì 30 agosto 2019, con la rassegna di Orobie dedicata a «Sentieri e autori che si incontrano». Allo Spazio Oto Lab ingresso gratuito ...

Evento